Varietà di Vite per Uva passa
 
L’uvetta o uva passa è un prodotto molto gustoso, che si può produrre anche a casa senza troppo sforzo, selezionando le varietà adatte prive di semi e ricche di zuccheri. E così, mentre cerco per me, condivido un pò quello che ho trovato.
Le tipologie di Uve da seccare
Uva sultanina: varietà bianca, imperatrice ovale, rosa, nera
Uva zibibbo: varietà bianca, nera
Uva malaga: vitigni di moscato di Alessandria, moscato grosso o moscato di Malaga. con cui si fa un buonissimo gelato, ormai non più di moda... basta farla rinvenire col rum, prima di essere utilizzata.. in un gelato alla crema... ^_^
Uva di Corinto: Corinto Nero (Vitis apyrena L.)
Uva Cilena: non ne vedo la necessità, ma per chi volesse, basta selezionare una vite da tavola bianca senza semi.
Uva di casa mia: uva fragola, ha i semi, ma cresce tra me ed il vicino.
Dal web:
Per una definizione più approfondita https://it.wikipedia.org/wiki/Uva_passa
In commercio si trovano vari tipi di uvetta passa detta anche passolina (non indica un'uva in particolare ma il metodo di conservazione cioè l'appassimento al sole, ora si usano anche speciali forni): -uva sultanina: è una varietà di uva molto adatta all'essicazione, con chicchi piccoli e dolci, colore biondo-dorato, senza semi; è quella che si trova più comunemente in vendita. Sembra che il suo nome derivi dalla parola Sultano, che era il capo dell'impero turco. In Turchia cresce infatti l'uva più rinomata per questo uso -uva di Corinto, a chicchi piccoli e molto scuri (si dice tendano al blu scuro), senza semi, importata di solito dalla Grecia ma ora anche da altre parti del medio oriente -uva di Smirne, chicchi grossi e scuri, senza semi -uva di Malaga, chicchi grossi e allungati, chiari, con pochi semi. -uva Cilena, particolarmente grande, senza semi e dal colore ambrato. Le varietà "sultanina" e "Malaga" sono coltivate ed essiccate anche in Italia.
uva di zibibbo di Pantelleria varietà Zibibbo, racchiude nel suo nome le antiche origini e la vicinanza dell'isola al mondo arabo, dove Zabib significa "uva secca". i grappoli, una volta tagliati, e disposti ai piedi della pianta, si sono scuriti da un lato (dopo circa 12 giorni) si rigirano e si lasciano essiccare per altrettanto tempo. La varietà Bionda subisce un trattamento in soluzione alcalina: i grappoli raccolti a maturazione perfetta si lasciano riposare per 2-3 giorni. Messi in un canestro di vimini vengono immersi per pochi secondi in una soluzione bollente composta di acqua e cenere di sarmenti o piante di fichi d'India essiccate. Si effettua una sgrappolatura e si mettono gli acini ad asciugare su graticci per alcuni giorni avendo cura di rigirarli ogni tanto e ritirarli al coperto quando scende la sera. I chicchi vengono sottoposti a crivellatura per dividere i piccoli dai medi e dai grandi. Esposti ancora per qualche giorno al sole si conservano ben pigiati in barili di legno.
 
 
 

Sezioni del blog

Permacultura in corso
Formazione e progettazione in Permacultura

Anna Bartoli   anna.permacultura@gmail.com - 331 4900730
Elena Parmiggiani   e.parmiggiani@gmail.com - 348 2818219

Facciamo parte della rete Permacultura Emilia Romagna http://permaculturaemiliaromagna.blogspot.it/