Dal compost al terriccio - Tanti piccoli suggerimenti per utilizzare il compost

Elena Parmiggiani - 23/10/2010

Oltre al compost veloce, già illustrato nel numero 21, esistono altri modi di fare il compost casalingo, in tempi più lunghi e con modalità differenti. Qualsiasi metodo scegliate di seguire, il compost offre la possibilità di riutilizzare gli scarti di casa.

Per di più, una volta che questi si sono riciclati insieme alle potature e alle rasature dell’erba avremo del buon materiale che, riassumendo, può essere utilizzato come:
- ammendante del terreno, che migliora il terreno con l’apporto di materiale organico;
- pacciamatura, utile per trattenere l’umidità e regolare la temperatura del terreno;
- concime, che aggiunge sostanze nutritive al terreno;
- lettiera per animali, che si utilizza nel fondo di gabbie e recinti per trattenere le deiezioni;
- substrato per piante in vaso, miscelato con altri “ingredienti”.
Ecco di seguito alcune semplicissime ricette di miscele ottenute mescolando il compost con altro materiale, che possiamo usare per le piante di casa.


Ricetta Classica
Ingredienti: 33% di terra di giardino, 33% di sabbia, 33% di compost.
Al posto della sabbia si può utilizzare, per un drenaggio migliore o per alleggerire la miscela, vermiculite o perlite.

Per i semenzali
Ingredienti: 40% di compost, 40% di fibra di cocco, 20% di vermiculite (prebagnata).
Si può utilizzare nei vassoi di semina in plastica.

Per i trapianti
Ingredienti: 6 parti di compost, 3 parti di terra da giardino, 1 parte di sabbia, 1 parte di letame molto maturo (2/3 anni), 1 parte di fibra di cocco, 1 parte di terricco di foglie (se disponibile), 1 manciata di farina d’ossa o pesce (in alternativa usate una concimazione a base di alghe).

Per vasi sospesi
Ingredienti: 30% di terriccio da giardino, 40% di fibra di cocco, 20% di compost, 10% di perlite, 2,5% di calce, 2,5% di dolomite.

Per le piante da appartamento
Ingredienti: 40% di vermiculite, 40% di fibra di cocco, 15% di compost, 5% di letame maturo o pollina o guano.

Per gli agrumi
Ingredienti: 33% di cippato (pacciamatura) di pino o cocco, 33% di sabbia, 33% di fibra di cocco, una manciata di carbone sminuzzato.

Per le cactacee (cactus)
Ingredienti: 50% di terra da giardino, 50% di perlite (o ghiaia, o lettiera del gatto – quella non solubile, in fondo è argilla).

Buon lavoro!

Articolo estratto dal Consapevole n°22.

Sezioni del blog

Permacultura in corso
Formazione e progettazione in Permacultura

Anna Bartoli   anna.permacultura@gmail.com - 331 4900730
Elena Parmiggiani   e.parmiggiani@gmail.com - 348 2818219

Facciamo parte della rete Permacultura Emilia Romagna http://permaculturaemiliaromagna.blogspot.it/