The Story of Broke Annie Leonard - "La storia del crack"

Traduzione e trascrizione a cura di Elena Parmiggiani:

Nella stagione 1 di La Storia delle Cose abbiamo dato uno sguardo ad un sistema che crea ben troppe cose, molto poco di ciò che realmente vogliamo.

Adesso iniziamo a guardare dietro alla Storia delle Cose.

E' lì che troveremo modi per cambiare questa situazione.

Benvenuti nella Stagione 2

In questi ultimi anni, ho dovuto stare molto più attenta a come spendo il mio stipendio.

Ognuno di noi ha dovuto.

Per esempio mangio fuori meno spesso, frenando sulle spese di cui non ho realmente bisogno, risparmiando per il college dei miei figli.

Sto diventando più responsabile, prendendo il controllo di quanto spendo. Ma una cosa che non posso controllare è che ogni mese una grossa fetta del mio stipendio va al governo.

Non è la parte più divertente del mio budget, ma credo nel pagare le tasse.

Non solo perché è la legge, ma perché è così che investo in un futuro migliore che non posso permettermi di costruire da sola.

Sai quel futuro che vogliamo tutti e quasi ogni candidato ci promette - scuole migliori, un ambiente sano, energia pulita, un buon lavoro.

Ma una cosa divertente accade ai nostri soldi nel loro cammino verso quel futuro migliore. Sembra che scompaiano.

E quando arriviamo ad investire in esso, tutto ciò che ci sentiamo dire è "spiacente, non quest'anno, siamo al verde."

In realtà, siamo così rotto, dicono, che non abbiamo altra scelta che di tornare indietro, tagliando le spese per quelle cose che hanno reso questo paese grande - come le scuole e l'EPA, forse anche l'Assistenza sociale e e Medicare.

Aspetta un minuto. In bancarotta? Sto versando la mia parte di sudati risparmi ogni mese e anche voi!

Ora, la cifra totale delle tasse che paghiamo si restringe molto grazie a scappatoie sulle società e sgravi fiscali senza precedenti per l'1%

più ricco di popolazione.

Ma anche dopo queste deduzioni fiscali, abbiamo ancora più di un trilione di dollari.

Quindi, se siamo al verde, cosa sta succedendo a tutti quei soldi?

Ho deciso di investigare e ho scoperto che tutto questo "fallimento" nasconde il racconto di una storia molto più grande - una storia di alcune

scelte stupide fatte per noi - ma che in realtà lavorano contro di noi. La buona notizia è che queste sono scelte, e noi

possiamo fare diversamente.

Così, dove è che finisce tutto quel denaro?

Bè innanzitutto l'esercito ne prende una grossa fetta - 726 miliardi dollari nel 2011. Wow! Potremmo costruire un migliore decisamente futuro con questo denaro.

Spendendo miliardi per aerei da combattimento di cui non abbiamo bisogno o in guerre senza fine, e poi dire che siamo al verde, non è onesto. E'

come chiamare tuo figlio dal tuo yacht da un miliardo di dollari a dire che non puoi permetterti i soldi per il suo pranzo.

Poi centinaia di miliardi in più vanno a puntellare l'economia dinosauro. Sai, quel sistema obsoleto di cui abbiamo parlato nella Storia delle Cose - quell'economia che produce più inquinamento, gas serra e rifiuti rispetto a qualsiasi altra

economia della Terra - e nemmeno ci rende felici. In tanti modi non sta funzionando, ma la stiamo tenendo in vita invece di costruire qualcosa di meglio.

Una gran parte del supporto vitale si presenta sotto forma di sovvenzioni.

Una sovvenzione è un omaggio che dà ad alcune aziende di un passaggio in più rispetto ad altre. Questa non è necessariamente una cosa negativa - dobbiamo aiutare le

aziende che stanno costruendo un futuro migliore. Il problema è il governo continua ad aiutare le aziende che in realtà ci stanno trascinando verso il basso.

Dovunque si guardi nell'economia dinosauro, troverete queste sovvenzioni.

Ci sono sussidi spesa: dove il governo dà i nostri soldi via - come i pagamenti che vanno a vantaggio

della grande industria agro-alimentare, aiutando nel frattempo le aziende familiari a cadere nel vuoto.

Oppure la versione meno evidente dove il governo vara un disegno di legge per pagare ciò che le società dovrebbero pagare da sole, come le operazioni di bonifica di sversamenti tossidi dell'industria chimica o giganteschi laghi di reflui che provengono dagli allevamenti.

Oppure la costruzione di strade che vanno solo in un luogo - un nuovo supermercato Walmart.

Oppure pagare per gli inceneritori di spazzatura, che inquinano e sprecano, che non avrebbe senso finanziare se  costruiti per conto proprio.

Poi ci sono le agevolazioni fiscali: che escludono le grandi aziende dal contribuire la loro giusta quota - come l'enorme sospensione del pagamento dei tributi concesso alle aziende petrolifere e al gas anche in tempi di profitti record.

Questi sussidi ammontano a miliardi di dollari

che dovremmo raccogliere e mettere a buon uso.

E ci sono sussidi di trasferimento del rischio: in cui il governo agisce come una banca di investimento e persino una compagnia assicurativa

per le aziende che fanno cose rischiose, come la costruzione di reattori nucleari

Se qualcosa va storto, dobbiamo coprire le spese per loro.

Ci sono sussidi a fondo perduto: dove il governo dà cose, che appartengono a tutti noi, a buon prezzo o addirittura gratis a società private.

Ecco miliardi che dovrebbero essere raccolti ma non vedremo mai! Come i permessi di estrazione nei  terreni pubblici, concessi a prezzi stabiliti nella Legge Mineraria di 1872.  Davvero. 1872. Il presidente Grant ha firmato questa legge per incoraggiare l'insediamento del West. Notizie Flash: il west è insediato.

E tutto questo non considera nemmeno i costi esternalizzati. Non sono evidenziati in nessun foglio di calcolo e potrebbero ammontare a miliardi

di dollari - che comprendono i danni per l'ambiente, la salute pubblica e il clima che questa economia dinosauro  causa. Senza leggi che facciano pagare gli inquinatori, noi tutti paghiamo con la perdita di acqua e aria pulite, o un aumento di asma e cancro.

Quando arriviamo al momento in cui abbiamo distribuito tutte queste sovvenzioni, non vi sono abbastanza soldi per pagare le bollette - dimenticate di costruire

un futuro migliore.

Allora, perché c'è sempre denaro sufficiente per l'economia dinosauro, dal petrolio al salvataggio di grandi banche, ma quando si tratta

di costruire un futuro migliore siamo apparentemente in bancarotta? Forse è perché questi ragazzi sanno come chiederlo.

I loro lobbisti e grandi contribuenti elettorali lasciano che il governo sappia quello che vogliono, e cosa faranno se non lo ottengono. E funziona. Senatori degli Stati Uniti che hanno votato per mantenere grandi sussidi per il petrolio nel 2011 hanno ricevuto 5 volte più denaro per la campagna elettorale dalle compagnie petrolifere  rispetto a quelli che hanno votato per porre fine a queste sovvenzioni.

Così, mentre i sussidi dovrebbero essere uno strumento per il governo per aiutare le aziende che stanno aiutando tutti noi, invece, sono diventati

un premio per quelli con il maggior potere di essere presenti nell'elenco dei beneficiari.

Ma sai chi ha il potere reale? Noi! Che cosa succede se proteggessimo i dollari delle nostre tasse, come facciamo già con il resto dei nostri soldi? Che cosa succederebbe se dicessimo al governo che cosa vogliamo e cosa faremo se non ci danno quello che vogliamo - cominciando col votare qualcun altro!

Si potrebbe re-indirizzare queste sovvenzioni al dinosauro, liberando centinaia di miliardi di dollari. Dimenticate la bancarotta, potremmo costruire un futuro migliore in questo momento!

Potremmo iniziare reinvestendo i 10 miliardi di dollari destinati a petrolio e gas alle energie rinnovabili e ai progetti di efficienza energetica.

Con solo la metà di tale importo, potremmo mettere i sistemi ad energia solare su oltre due milioni di tetti.

Poi utilizzare il resto per il retrofit di mezzo

milione di case, creando posti di lavoro e risparmiando energia anno dopo anno.

Il costo medio per ripulire un sito inquinato sulla lista Superfund è 140 milioni di dollari.

Facciamo in modo che chi inquina paghi e

invece investiamo i nostri soldi nello sviluppo di materiali più sicuri e quindi non ci si debba preoccupare di una loro dispersione nell'ambiente.

La maggior parte dei prodotti chimici oggi sono a base di petrolio - è per questo che sono chiamati petrolchimici. Facendo in modo che appena il 20% di questi prodotti provenga da materiali biologici creerebbe più di 100.000 nuovi posti di lavoro.

Invece di sovvenzionare inceneritori di rifiuti, cerchiamo di sovvenzionare soluzioni reali, come rifiuti zero. Aumentare la percentuale di materiale riciclato degli Stati Uniti al 75% creerebbe un milione e mezzo di nuovi posti di lavoro - con meno inquinamento, meno rifiuti, meno pressione per raccogliere ed estrarre materie prime nuove. Cosa non ci piace di tutto ciò?

Questo lascerebbe ancora centinaia di miliardi di dollari per migliorare l'istruzione - il miglior investimento per una sana economia. Con 100 miliardi di dollari si potrebbe aumentare il numero di insegnanti di scuola elementare di oltre il 40% e dare borse di studio per oltre 6 milioni di studenti.

Vedete, siamo in grado di ricostruire il Sogno Americano, possiamo permetterci di avere un ambiente sano, un buon lavoro, e un alto livello di pubblica istruzione. Ma non se continuiamo a sovvenzionare l'economia dinosauro.

La prossima volta che avete un'idea per un futuro migliore e qualcuno vi dice, "è bello, ma non ci sono soldi per questo",

dite loro che non siamo falliti. Ci sono i soldi, sono nostri, ed è il momento di investire nel modo giusto.

Video http://www.youtube.com/watch?v=G49q6uPcwY8

Transcript in lingua originale http://storyofstuff.org/movies/story-of-broke/

Traduzione a cura di Elena Parmiggiani

Tags:

Sezioni del blog

Permacultura in corso
Formazione e progettazione in Permacultura

Anna Bartoli   anna.permacultura@gmail.com - 331 4900730
Elena Parmiggiani   e.parmiggiani@gmail.com - 348 2818219

Facciamo parte della rete Permacultura Emilia Romagna http://permaculturaemiliaromagna.blogspot.it/