TEKU CANA - TEKUKAN:
VITA IN MOVIMENTO

Rendere fertile l’orto con l'accumulatore di microrganismi

Nel 2011 ho incontrato Eugenio Gras, quell'anno ho imparato un pò di tecniche che vengono proposte da Deafal/Agricoltura Organica Rigenerativa.
Il Teku cana / tekukan /cattura microorganismi/ accumulatore di microorganismi è un modo per riprodurre i microorganismi autoctoni con poca spesa e aumenta le velocità di decomposizione della materia organica.
 
Ingredienti:
5 sacchi di lettiera di bosco (foglie sotto il primo strato dove si vede già dell'ifa o micelio). Il bosco deve essere di almeno 15 anni e possibilmente integro, non degradato
2.5 sacchi di crusca o pula
16 kg di zucchero sciolto in acqua (circa 10lt)
cenere (per sigillare al termine)
 
Procedimento
Mettere in un bidone pulito della capacità di 200lt che sia per alimenti ed integro e con tappo a vite (i bidoni delle olive per esempio vanno bene)
Mescolare il tutto (tranne la cenere) e con un bastone pressare molto bene dentro il bidone tutto il materiale. non devono rimanere spazi per l'aria. coprire lo strato finale di foglie con cenere per circa mezzo cm. chiudere con il tappo ermeticamente. non si usa gorgogliatore o valvola.
Lasciar fermentare all'ombra fino a che il tappo non si gonfi, circa un mese, anche di più. Quando il tappo del bidone si sgonfia il teku cana è pronto.
può essere usato come fertilizzante del suolo e fogliare, per migliorare il bocashi, per l'alimentazione animale.
 
Per tutte le info ed i riferimenti:
http://www.agricolturaorganica.org/
che ringrazio per il servizio prezioso che rendono agli agricoltori diffondendo queste informazioni.
 

Per altri modi di catturare e moltiplicare i microorganismi, e sono tanti e vari, basta chiedere sul gruppo facebook "Composti Agricoli Bioattivi e Probiotici"

Conversazioni

Giuliano Trentini Tempo fa avevo visto anche il video di una dimostrazione in sudamerica, ma c'è una cosa che mi sfugge, e che forse ti sei domandata pure tu ricevendo risposta: i microorganismi della lettiera del bosco sono per loro natura aerobici, ciò che avviene dentro un bidone chiuso ermeticamente è un processo anaerobico, quindi cosa riproduci?


Elena Parmiggiani
si, abbiamo fatto questa domanda ad eugenio ed eugenio ha detto chiaramente che fai sporulare lo sporulabile... ovvero, metti tutti in crisi, li fai morire e mentre muoiono cercano di far salvare le generazioni successive... poverini. io preferisco altri metodi, ma questo è figo
Elena Parmiggiani
ovvio poi sopravvivono gli anaerobici (cvhe ci sono in minime quantità la lettiera è umida) e i facoltativi. si favoriscano i facoltativi...

Elena Parmiggiani
queste ricette le trovate, aggiornate nel manuale da campo
http://www.agricolturaorganica.org/shop/

Carlo Viandante Io ce l'ho ma non ricordo di averle lette :/

Elena Parmiggiani

rileggilo!! ;)

Carlo Viandante Eh sta memoria! :(


Giuliano Trentini Ok questa speigazione è convincente, che poi è il parallelo del metodo per fare gli inoculi di micorrize: devi far morire i funghi perché siano stimolati a sporulare. Quel po' di anaerobici e facoltativi che si sviluppano quando poi li spargi al suolo in condizioni aerobiche muoiono


Elena Parmiggiani
;)

Giuliano Trentini Sarei però curioso di sapere se hanno fatto dei test per verificare che la cosa effettivamente funziona e funziona nei termini che hanno spiegato

Elena Parmiggiani
si loro si. eugenio poi è ingegnere... figurati. parlava anche di prove sul campo.
Elena Parmiggiani
solo che devi rivolgerti a deafal, perchè non ce le ha date

Daniele Anam cosa sono i microrganismi facoltativi?

Elena Parmiggiani
sono quelli "franza o spagna purchè se magna". riescono a vivere sia in presenza che assenza di ossigeno.

Daniele Anam ahahah!! grazie per la semplice spiegazione

Elena Parmiggiani
prego. scusa se mi sono lasciata andare ad una cosa così ma oggi è sabato e sto sghignazzando per cose di casa e non riesco ad essere seria :D


Daniele Anam no no, tranquilla, chiarissima


Giuseppe Sannicandro Ciao Elena Parmiggiani, come mai Eugenio propone la cenere? Quando ho fatto il corso con Jairo non la metteva. Quale sarebbe la funzione?

Elena Parmiggiani
per sigillare alla fine

Michele Romoli
Michele Romoli riguardo la cenere porto se può interessare la mia esperienza sul campo o meglio quella di mio nonno che utilizzava la cenere di legna; aggiunta alla concimaia per assorbire umidità, intorno alle piante come barriera naturale per le chiocciole è ricca inoltre di fosforo magnesio e potassio quindi perchè non usarla se si ha un camino.

 

 

Sezioni del blog

Permacultura in corso
Formazione e progettazione in Permacultura

Anna Bartoli   anna.permacultura@gmail.com - 331 4900730
Elena Parmiggiani   e.parmiggiani@gmail.com - 348 2818219

Facciamo parte della rete Permacultura Emilia Romagna http://permaculturaemiliaromagna.blogspot.it/